banda6
home
Storia
Il Direttivo
Corsi per allievi
Eventi
Foto
Il giorno 15 aprile 1880 il giornale "L'Arena" di Verona riferiva da Cerea la seguente notizia: "da qualche anno alcuni pochi bravi artigiani, senza speciale maestro, con costanza e coraggio, non mai troppo lodati, seppero istruirsi nella musica e formare una piccola banda".
       Nel 1885 si costituì la
20140617161719740_0001
 "Società Filarmonica di Cerea" 
con quarantuno soci e presidente l'ing. Benvenuto Zanetti, ma con ogni probabilità la banda ebbe la dovuta ufficialità e regolarità di direzione nel 1887. Il prim
o maestro fu un certo Merck sotto la cui guida la banda andò sviluppandosi creando interesse in tutta la cittadinanza.
Il primo maggio 1892 debuttò il maestro Sebastiano Lo Faro, e da allora la banda assunse un ruolo importante in tutti gli avvenimenti pubblici del paese.
Il 13 agosto dell'anno successivo la banda Filarmonica suonò in piazza per la prima volta diretta dal maestro Enrico Pallaro, dando inizio ad un lungo periodo di fecondità artistico-musicale noto come "era Pallaro".
Già vice maestro della banda di Castagnaro, Enrico Pallaro divenne poi direttore della banda di Villa Bartolomea, con la quale vinse a Verona sia nel 1892 (secondo premio al concorso regionale) che nel 1895 (primo premio a quello nazionale).
Con la banda di Cerea dal 1893, ottenne parecchi riconoscimenti, ed in particolare si ricordano il primo premio al concorso regionale di Villafranca del 1895 e il secondo premio nella II Categoria al concorso nazionale di Legnago del 1899.
Nel 1898 il maestro favorì il gemellaggio tra le due bande di Cerea e di Villa Bartolomea, le quali parteciparono poi ad una serie di scambi di concerti con altri corpi bandistici quali Casaleone, Verona, Rovigo, Sanguinetto, Villa Bartolomea, Bovolone e Bardolino.
Dal 1902 assunse la presidenza l'On.ing.Bruno Bresciani, il quale rimarrà per più di trent’anni. Con lui la ormai affermata banda cittadina collezionò altre vittorie, a Rovigo nel 1904 in onore di Mascagni, a Bardolino nel 1908, ad Adria nel 1910 e a Torino nel 1911.
Dopo la I° Guerra Mondiale l'attività concertistica riprese a pieno ritmo e negli Anni Venti si registrarono i successi di Ferrara (1920), Padova (1922 e 1923) e Venezia (1924). Nel gennaio 1927 la direzione passò al maestro Ugo Pallaro, figlio di Enrico, il quale rimase per più di trent’anni. Dai ricordi tramandati, il maestro "era un uomo geniale, che sapeva dirigere la banda in modo superbo. Non si risparmiava, ma era anche molto esigente. Ad ogni prova rompeva una bacchetta perchè, quando un pezzo non riusciva come lui voleva, diventava furibondo".
Dal 1930 al 1935 la banda partecipò a numerosi concerti in molte città italiane tra cui Verona, Venezia, Padova, Ferrara, Bolzano, Merano, Trento, Vicenza, e Mantova. Memorabili furono i concerti di Bolzano (1930) e Roma (1937), trasmessi entrambi alla radio.
L'ultima vittoria prima della guerra fu il terzo premio al concorso nazionale di Trieste (1935) per banda di prima categoria.

La_prima_banda

Uno degli obiettivi del maestro Ugo Pallaro fu il potenziamento della Scuola Allievi da cui nacque poi la banda dei giovani con circa sessanta elementi dagli 11 ai 15 anni, per arrivare ad un totale di 110-120 bandisti nel 1937 che si esibivano abitualmente nei concerti di inizio anno.
Durante la seconda guerra mondiale le attività musicali cessarono per riprendere poi nel 1948, ma in tono minore, ed il maestro Ugo Pallaro tornò a dirigere la banda dal 1952 al 1958. Morì il 28 febbraio 1961 e da allora la "Scuola di Musica" porta il suo nome. 
La direzione fu affidata al prof. Guido Migliorini, che rimase fino al 1970. Gli anni che seguirono furono piuttosto difficili, e la banda vide anche lunghi periodi di inattività.
Nel 1997 venne costituita l'Associazione Musicale Ceretana curata dal prof. Aimone Aio, il quale diresse la banda fino all'estate del 2008.
Nel settembre dello stesso anno fu creata l'attuale Associazione Corpo Bandistico "Ugo Pallaro", con l'obiettivo di far ripartire la scuola allievi e riprendere l'attività concertistica,  sotto la direzione del maestro Gianfranco Zanchettin e la presidenza della prof.ssa Maria Grazia Moratello.
Nasce il 2 settembre 2008 l'attuale "Associazione Corpo Bandistico Ugo Pallaro", per opera di alcuni bandisti e musicofili di Cerea, tutti legati da obiettivi ben precisi e radicati:
• promuovere e diffondere la cultura musicale;
• favorire l'associazionismo e sostenere il volontariato in campo musicale;
• ricostituire il Corpo Bandistico e far ripartire la Scuola Allievi;
• organizzare attività didattiche musicali aperte a tutti;
• fornire ai giovani stimoli e strumenti adeguati;
• finalizzare dette attività all'inserimento nel Corpo Bandistico;
• riprendere l'attività concertistica;
• collaborare con altre realtà del territorio;
• favorire gemellaggi con altri Corpi Bandistici.
• far conoscere e apprezzare in ambiti più vasti la nostra realtà musicale.
Già dall'inizio l'Associazione può contare su un Corpo Bandistico formato da circa 20 elementi, alcuni in attività, altri già suonatori e desiderosi di riprendere a suonare, sotto la direzione dell’esperto maestro Gianfranco Zanchettin.
Anche la Scuola di Musica per Allievi parte subito con successo, grazie alla collaborazione di alcuni insegnanti delle scuole elementari e medie, di alcuni bandisti e al sostegno dei genitori degli allievi che con dedizione ed entusiasmo hanno contribuito alla crescita della nostra Associazione.
Dopo solo tre anni il Corpo bandistico può già accogliere i primi cinque allievi della scuola, ai quali si aggiungono regolarmente ogni anno altri 5 o 6 allievi, pronti per essere protagonisti di questa affascinante avventura.
Attualmente il complesso musicale può contare su circa 40 elementi, i quali di norma si esibiscono sia durante manifestazioni patriottiche, commemorative e folcloristiche, che in veri e propri concerti in occasione di sagre, festività e feste di quartiere sul territorio

.Ugo
Ugo Pallaro (foto del gazzettino illustrato di Venezia del 18 ott.1931)











Site Map